25.08.18 DiVini Libri – inauguration & reading

I felt very honored to be the godmother-opener of the new cultural format of DiVini Libri at Eboli. Dr. Alessio Scarpa, director of the monthly magazine „Il Saggio – Libri“ introduced me to the guests and Prof. Vincenzo Pietropinto was pleased to talk and review with me my „La Cartiera“. I would like to thank everyone involved and especially to Vincenzo’s niece who played on the piano wonderful passages of Bach!
Here’s the official press review by DiVini Libri and some pics!

„Tra una folta presenza di pubblico, è partito sabato scorso con successo e con il piede giusto, il nuovo Format Culturale DiVini Libri, a cura dell’Associazione Vacanze Salernitane Promozione Eventi Territorio. Nella Sala Concerti di San Lorenzo a Eboli, si è tenuta la presentazione del libro „La Cartiera“ di Sina Merino, che ha aperto la kermesse culturale. Dopo i saluti istituzionali da parte dell’assessore del Comune di Eboli Giovanna Albano, il Direttore Responsabile del mensile il Saggio-Libri Alessio Scarpa, ha introdotto l’autrice, mentre il professore Vincenzo Pietropinto ha chiacchierato amabilmente con Sina Merino, parlando del libro e della vita in Argentina negli anni delle dittature. Alla fine della bella serata l‘ Azienda Agricola Cicalese Rossella, ha fatto degustare, ai presenti, il suo eccellente vino Evoli.“

Alessio Scarpa & Vincenzo Pietropinto

25.8.18 DiVini Libri – Presentazione a Eboli (SA)

I’m very honored to hold my next reading in Eboli/Italy. This little town is well-known by Carlo Levi’s work „Christ stopped at Eboli“, his own memoir written in 1945 during his exile in 1935 – 1936 in the villages of Grassano and Aliano, the people there used to say to have been forgotten by God due to poverty and Christ stopped at Eboli, the last train station to reach these villages. I’m very proud that „La Cartiera“ has been compared to Levi’s work by the historian Giuseppe D’Angelo, who wrote the foreword to it. Levi used to write about Eboli in dialect „Jévule“, so I am very pleased, the vineyard Azienda Agricola Rossella Cicalese dedicated one of her wine to Levi and will underline my reading with it. www.rossellacicalese.it – grazie mille Rossella! Grazie mille to Raffaele Agresti of Promozioni Eventi Territori, the city of Eboli and Radio Città 105!

Eboli for me is very personal, since I was a child I used to go there visiting relations during holidays and from there we drove down to Paestum’s beach. I cherish beautiful childhood memories of it!

24.6.18 Carlo Simonelli, recensione „Nebbia su Durban“

„Qualche tempo fa mi è capitato tra le mani il romanzo Nebbia su Durban, di Sina Merino, edito da Swiboo.ch, che ho letto in pochissimo tempo.
È un romanzo d’amore e d’avventura, che si lega perfettamente al nome del personaggio principale: Tristan Damiani, il quale richiama antiche tenzoni cavalleresche, castelli e regni da affrancare. Si tratta, infatti, dell’archetipo del famoso mito medioevale trasposto ai nostri giorni. Tristan lavora alla Borsa, si occupa d’affari, di compravendite di azioni e vive stancamente un rapporto di coppia che va avanti per inerzia. Ma all’improvviso qualcosa gli cambia completamente le prospettive di vita e si ritrova erede di un castello e di una grande ditta importatrice di caffè. È nel castello che lentamente riesce a scoprire, per mezzo di un carteggio, di più su Mariella, donna sconosciuta, che l’ha designato inspiegabilmente erede senza nemmeno conoscerlo. Attraverso un diario viene a conoscenza del passato della donna, del suo matrimonio fallito, della rinascita, del suo amore disperato, struggente e sfortunato, vissuto solo pochi anni lontano dal castello in una masseria esotica del Sudafrica.
Tristan non ricorda nulla del padre, scomparso quando lui era bambino, proprio come il cavalleresco Tristano, ma a differenza di quest’ultimo riesce a ritrovarlo, ancora vivo. Alla fine, gli eventi lo portano a dover scegliere se tenere il castello e accettare l’eredità oppure continuare la vita di prima. E se cedere all’amore, che ha riscoperto impetuoso. Non vado oltre. È una favola moderna, che consiglio a chi ama le storie d’amore intense, è affascinato dalle vite avventurose e dalla nobiltà secolare e mondana. Buona lettura a tutti.“ Carlo Simonelli 

Grazie mille!!!